December 15, 2010

La tredicesima... in fumo!

 

Oggi ho saputo in ufficio che domani ci daranno ''la tredicesima". Che bello!

Allora, vediamo un po', devo: pagare l'assicurazione sulla vita a fine dicembre, sistemare i conti con il Carsharing che da quando hanno cambiato società il mio rid bancario non funziona più (e quindi si sono accumulate un bel po' di fatture, per fortuna l'auto me la lasciano usare), pagare l'affitto, le bollette, i conguagli di fine anno e... ma come, è già finita?!?

Menomale che con questo governo le tasse non sono aumentate!

...E io sono tra i precari più fortunati, con un discreto stipendio e una continuità lavorativa che l'anno scorso mi ha permesso di prendere la disoccupazione nell'intervallo tra un contratto e l'altro. Però ho 40 anni e niente di sicuro tra le mani... l'Italia, proprio un bel posto dove vivere!  Ecco perché prima o poi me ne andrò!

P.S. scusate lo sfogo, ma ho sperato che ieri ci fosse almeno un piccolo segnale di cambiamento, e invece...

6 comments:

nonnAnna said...

penso che in tanti ieri abbiano aspettato quel "piccolo segnale"... non riesco a spiegarmi come mai chi ci dovrebbe rappresentare non lo abbia ancora capito... mi sa che dovremmo tutti fare un grande esodo.
Per poter sorridere io mi rifugio nelle mie favole... almeno lì tutto finisce bene ;)))
Tante serene giornate
nonnAnna

Marika utomjording(extraterrestre, alien) said...

Una mia collega che fa anche lezioni privati di svedese, dice che ha così tante richieste di italiani che vogliono imparare svedese per andarsene in Scandinavia che deve dire di no ad alcuni...

dice forse tutto da solo...

Fabipasticcio said...

Carissima e pensare che ho ricevuto la mia prima tredicesima! Siamo coetanee e condividiamo il precariato, ma sai il mio precariato precedente non era un precariato riconosciuto come tale, solo con il contratto a tempo determinato si è precari riconosciuti...sofismi vero???
Di fatto si fanno i salti mortali per vivere. Non so se me ne andrò. Ma con un bimbo che cresce non si può mai dire, devo pensare anche al suo futuro...
Un abbraccio

Carla said...

NonnAnna: fai bene a rifugiarti nelle favole, almeno decidi tu come farle finire! Serene giornata anche a te!

Marika: per come è diventata l'Italia ultimamente, la Svezia sembra davvero un paradiso di civiltà!

Fabipasticcio: in questo caso il 'mal comune mezzo gaudio' non mi consola per niente. Anzi, mi rattrista ancora di più! Anche io sono approdata al contratto a tempo determinato dopo anni di precariato fantasma: risultavo occupata per il collocamento (e quindi niente punteggio) però, nei periodi di inattività, non avevo diritto alla disoccupazione perché non riconosciuta...

Francesco d'Elia said...

Una volta la tredicesima serviva a spendere, oggi serve solo a mettere le toppe e nemmeno tutte.. Allora.. questo ristorantino romano a Gamla Stan..?

Carla said...

Francesco, potrebbe essere un'idea! Non mi dispiacerebbe affatto vivere e lavorare a Gamla Stan!!